giovedì 30 gennaio 2014

IL CALCIO,LA MIA PASSIONE. STEK24

                                        Il calcio la mia unica passione.
Il calcio è il mio passatempo preferito che pratico con i miei amici.Il calcio mi fa sfogare nei momenti più pesanti che a volte passo.Tempo fa giocavo in una squadra di calcio ma poi ho smesso perchè mi stancava fare scuola-compiti-calcio quasi tutti i giorni.Il mio ruolo che mi piace fare e che lo faccio abbastanza bene è "il portiere" qualche volta ho rischiato di farmi veramente male ma dopo tutto fortunatamente è andata bene.Secondo me il calcio è l'unico sport che ti fa sentire meglio nei momenti più difficili che affronti nella vita,è bello perchè hai il conforto dei tuoi compagni che se fai un goal o fai qualcosa di molto importante o per loro o per la partita  ti fanno sentire una persona importante.Una cosa che penso sul calcio, e che non mi piace, sono i falli e le scorrettezze che hanno alcuni giocatori nel campo ma anche nelle curve, ad esempio, i cori razzisti. I cori razzisti per me sono la cosa più orrenda che una persona possa fare, questo vuol dire che alcune persone non hanno il rispetto per i giocatori o persone dalla pelle scura. Io penso che la gente con la pelle scura non ha niente di diverso da noi anzi alcune volte fanno delle cose più coraggiose e più belle di noi. Se il calcio non avesse: cori razzisti, risse in campo, falli di cattiveria etc... sarebbe lo sport più bello al mondo, ma purtroppo alcune persone non la pensano come me.Come tutti noi abbiamo un'idolo anche io ce l'ho, il mio idolo si chiama Maarten stekelenburg ex portiere della Roma e dell'Ajax, il suo ruolo è "il portiere" forse proprio per lui io sono diventato portiere.
Purtroppo Maarten ha avuto un'infortunio molto grave da cui però  è uscito molto bene. Maarten Stekelenburg è olandese ha 30 anni ed è un giocatore di calcio. Maarten ha giocato in tutti i ruoli, ma la sua carriera inizia tutta a scuola, nella sua scuola da bambino facevano un torneo di calcio ma il loro portiere si infortunò e quindi i suoi compagni lo invitarono a metterlo tra i pali, lui accettò e da lì comincio tutto.Grazie a Maarten io sono diventato portiere perchè vedendo le partite ho visto come giocava e così ho provato ha diventare come lui, fortunatamente è andata bene e per questo io sono  felice grazie al calcio in generale, ma soprattutto grazie a Maarten Stekelenburg.Spero che un giorno possa tutto cambiare e che i cori razzisti e le molte alre scorrettezze del calcio finiscano.Si potrebbe fare come al Sidney squadra di calcio australiana che nello stadio hanno carceri sotterranei e per qualsiasi scorrettezza del pubblico provvedono le forze dell'ordine.Spero soltanto che questo lo potranno fare anche in'Italia.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.