venerdì 21 febbraio 2014

Comunicato stampa



Comunicato stampa

Martedì 25 febbraio alle ore 10.00, in Anzio, presso l’Aula Manga dell'Istituto Tecnico Commerciale e Turistico “Emanuela Loi” di Nettuno, si inaugura la rassegna di poesia promossa dalla scuola,  4 Incontri tra oralità e scrittura Esempi di giovane poesia contemporanea.

La rassegna, destinata ai ragazzi dell’Istituto, si definisce come strumento di approfondimento nei confronti della letteratura, attraverso un contatto con l’oralità e la contemporaneità della poesia, coinvolgendo giovani autori, al fine di ridurre ‘strategicamente’ il gap generazionale tra autore e fruitore.
Gli incontri prevedono una breve presentazione bio-bibliografica e di poetica relativa agli autori, un reading da parte degli autori stessi, e una parte conclusiva in cui attraverso domande e un dialogo si aprirà un confronto con gli studenti.


L’evento si articola in 4 incontri

Ad aprire la rassegna, martedì 25 febbraio, sarà Sara Davidovics,  poetessa, performer, artista visiva, ha pubblicato, fra l’altro, le raccolta di poesia Corrente (Zona, 2006), D’Acque (Mazzoli, 2007), Pendìci (Ogopogo, 2007), Corticale con 21 tavole (Ed.Onyx). Suoi testi poetici e critici sono apparsi in Poesia 2005, Annuario antologico (Giorgio Manacorda, ed. Castelvecchi) e Poeti e Poesia (Elio Pecora, ed. Pagine). Tra i lavori di performance: Colpo di dadi e Istantanea (indagine sul Corpo Nomade) e Charlotte. Per voce ha realizzato Pointillisme, trittico (per NIGREDO, installazione verbosonora - Jocanda Art, Roma); Ladymacbeth per l’opera radiofonica SIRENE a cura di Nevio Gàmbula (Altrascena, 2009); Costruzione, 1/6 (2008/09); Leggère parolibere (2008/09); Cucù, recital futurista (2009). Tra i suoi poemetti visivi: Lapis lapsus (2007); Alfabeto lunare (2008); Ictus (2009).

Il secondo incontro, previsto per martedì 11 marzo vedrà la partecipazione di Luca Frudà, poeta e scrittore, ha pubblicato, fra l’altro, le raccolte di poesia Io, il Mio Amore (Roma 1996); Poesia cortese (Roma 1997); Uomo allo specchio (Patti (ME) 1998); Sole notturno (Piombino (LI) 2003 e 2004). Ha collaborato con le riviste letterarie Logos, Carmina e Letteratura-Tradizione.  Diversi i riconoscimenti ottenuti nell’ambito di premi nazionali di poesia. Ha pubblicato inoltre opere di narrativa e il saggio I Malavoglia: semantica e genesi del titolo.

Martedì 1 aprile sarà la volta di Serena Maffia, Poetessa, scrittrice, autrice di teatro, ha pubblicato, fra l’altro, le raccolte di poesia Il ragazzo di vetro (Lucca 2005); Sradicherei l'albero intero (Roma 2006); Mostropoeta (Roma 2007); Le carte volano (Roma 2010). Sue opere sono state tradotte in inglese, francese, spagnolo e polacco. Diversi i riconoscimenti ottenuti, fra cui Premio Cultura del Consiglio dei Ministri, Premio Approdi d’autore, Premio Giuseppe Sunseri, Premio Cultura Donna in Campidoglio. Per la televisione ha collaborato con Rai3, Rai Educational, come inviata per la trasmissione Gap, con Italia1 per il programma “Voglia”. È figlia di Dante Maffia, candidato al premio Nobel per la letteratura.

Martedì 15 aprile chiuderà la rassegna, Angelo Zabaglio, poeta, narratore, performer, blogger, ha pubblicato, fra l’altro, Ne prendo atto (Bel-Ami 2013), Serio faceto (Edizioni Ensemble, 2011), Lavorare stronca (Tespi, 2008) Non tutti i dubbi sono di plastica (Arcipelago Edizioni, 2007). È inoltre presente con suoi lavori su varie riviste letterarie e fa parte del collettivo romano Scrittori precari. Con lo pseudonimo Vertigo ha composto i cd di poesia e musica Maniscalco (2008), Nonòflò (2009) e Di bocca in bocca (Cookmusic 2012).Vincitore di numerosi Slam Poetry in Italia e all’estero, da oltre dieci anni partecipa a reading poetici in locali e teatri.

giovedì 20 febbraio 2014

Ciò che voglio fare in futuro

Mi hanno chiesto: "Quali sono i tuoi sogni??
Ho risposto che ognuno di noi ha dei sogni che vorrebbe realizzare ovviamente e deve iniziare da piccolo per riuscire ad esaudirli e ad avverare ciù che vuole!
Il primo è mandare i miei genitori alla Mecca perchè essendo musulmana è una delle cose che desidero di più e devo assolutamente fare prima di morire.
Poi in futuro vorrei vivere in altri stati come Francia, Svizzera o Germania e per avverare questo si deve studiare bene la lingua visto che serve se si vuole vivere là. Le lingue si studiano a scuola ed è per me una grande opportunità.
Vorrei vivere in uno di questi stati perchè la mia famiglia vive da 25 anni in Italia e si sono sempre trovati bene ma, come sappiamo, negli ultimi anni l'Italia sta passando brutti tempi e a dire la verità io preferirei vivere e lavorare in un altro paese, con un economia più forte appunto come Francia Svizzera e Germania.
Mi piacerebbe vivere in questi paesi perchè le prospettive per fare una bella vita ssembrano maggiori ed poi mi piace la lingua e anche le persone che ci vivono sono straordinarie: ho li dei parenti.
Speriamo che questi miei desideri si possano realizzare:D
#Soltana

La rubrica di v0dkandlove

Buongiorno a tutti, sono v0dkandlove un ragazzo di questa scuola che partecipa al blog della scuola oltre che averne uno mio personale dove potrete seguire tutte le settimane la mia rubrica che parla di dilemmi,domande per quanto riguarda amore,moda,consigli per quando vi sentite soli, felici,confusi e tanto altro. Spero di esservi utile tengo molto a questo blog, per il semplice fatto che scrivo mie idee ed esperienze,consigli e dubbi per un blog che non riguarda solo me ma tutta la mia scuola non lo faccio per crediti formativi o altro ma per un' esercitazione diciamo, per giornalismo quindi per me e per il mio futuro!Sembrerà banale forse ma per me non lo è affatto. Interargire con gli altri e anche con i diversamente abili  è una forma di conoscenza e di istruzione veramente importante per me! Tra una settimana comincerò la mia rubrica in questo blog. Un bacio a tutti voi lettori , a presto

                                                                                                                      v0dkandlove.

Have you got a swag?


Swag, tradotto in italiano come "bottino" o "refurtiva", ma nello slang dei giovani è il degno sostituto della parola "cool" Nei ultimi anni si affermarta questa moda dell' essere "SWAG" una persona, da un capo di abbigliamento con un certo stile
Esso non dipende solo  dal modo di vestersi ma anche dall'alteggiarsi della persona, e in special modo dal tipo di musica che si ascolta che tocca il campo del Rap,Hip-Hop e dal R'n'B; questa moda appunta e' nata dagli artisti di oggi come Rihanna,Nicki Minaj, Wiz Khalifa... Ma il vero creatore di questo style è Justin Bieber.

La parola swag presenta anche altri significati meno diffusi:
  • Something We All Get tired of hearing
  • termine utilizzato dagli Scozzesi per rappresentare una persona che cammina in un modo particolare

 KOTA

LUI! *Sognatrice97*

Lui mi faceva sentire bella.
Sembrerà banale, ma per quello che sto passando non lo è .
Ogni volta che lo vedevo tremavo.
Aveva la forza di farmi stare bene anche con un messaggio, anche quando non era accanto a me materialmente.
Per non parlare poi del suo sorriso. Non si può descrivere. Era talmente bello che faceva sorridere anche me; litigavamo, lui sorrideva e puff tutto svaniva.
I suoi occhi, quei bellissimi occhi chiari..
La prima volta che l'ho visto ho capito subito che non potevo fare altro che amarlo.
Per non parlare poi dei suoi abbracci! Ogni volta, tra le sue braccia, mi sentivo a casa, ero al sicuro.
Tutto è stato talmente intenso e bello che oggi, mentre scrivo, ho le lacrime agli occhi.
E' stato un ragazzo davvero importante, anzi l'unico importante e per questo una parte di me lo amerà sempre!

aaa la depressione .-. 'brina'

Cari mamma e papà by Sara

Cari mamma e papa;
mi ritrovo qui a scrivervi una lettera .. dopo tanti anni che non lo faccio, un pò perchè non nè sono capace e un pò per il mio carattere cosi forte e scontroso con qui non riesco mai a esternare a pieno tutto il bene che vi voglio e quanto siete importanti per me.
Voi per me siete dei genitori perfetti, avete cresciuto e educato tre figli nel modo migliore, ci avete sempre aiutato e ci aiutate ancora quando ne abbiamo bisogno.
Siete un punto di riferimento per me, mi state accanto sempre, sia  nei momenti più brutti ma anche in quelli più belli e emozionanti.
Siete in qualsiasi momento, pronti a darmi conforto e spiegazioni quando  ne  ho più  bisogno e mi avete sempre aiutato quando ero indecisa su sulle scelte da prendere per il mio futuro , non mi avete mai forzato a scegliere ciò che piaceva di più a voi, ma mi avete sempre portato a far capire quale sarebbe stata la scelta migliore per me e il mio futuro, mi avete lasciato sempre realizzare i miei sogni e desideri senza intralciare il mio percorso.
E vi ringrazio davvero per tutto ciò che mi avete insegnato e insegnate ancora .E' grazie a voi se sono o sarò una persona migliore.
Siete stati voi ad insegnarmi tutto quello che so, dalla cosa più banale alla più importante,ed è anche grazie a voi che adesso sono qui a scrivere su questo blog, perchè mi avete dato l'opportunità di frequentare la scuola: una delle cose più importanti per il mio futuro  perchè senza scuola, non potrò mai  realizzare nessuno dei miei sogni futuri.
Voi siete sempre stati un punto di riferimento, delle persone da cui prendere spunto, siete stati la mia guida, mi avete dato tutto l'amore che era in voi e mi avete fatto crescere come ogni bambino merita.
Con la vostra forza di andare avanti, i vostri sacrifici e il vostro affetto, sono  sicura che quando sarò piu grande, sarò  un buon genitore proprio come voi lo siete stati con me,  e i miei figli mi ringrazieranno proprio come io oggi ringrazio voi.
Mi sento fortunata ad avere due persone come voi al mio fianco, non potrei desiderare genitori migliori di voi due! Vi amo più di ogni cosa al mondo, sembrerà banale ma è cosi.


L'amicizia ...#Ary e Nemy#

Ognuno di noi ha una persona cara, spesso la identifichiamo come la persona che non vorremmo mai dimenticare... IL MIGLIORE AMICO/A.
Le prime amicizie molto spesso si trovano tra i banchi di scuola, qualche sguardo, battutine e da li ci si accorge che quella è la persona che vorresti avere accanto in momenti difficili. 

Ieri e oggi e domani? by Vera e Desideri

L'uomo riscopriva  di modificare la realtà circostante, in altre parole sentiva di poter determinare il corso della propria vita, dando libera forma alla propria intelligenza e spirito di iniziativa.

Rivalutare la dimensione corporea significava anche riscoprire l'essere umano non più come spirito imprigionato nella materia ma serenamente collegato ad essa.

Tra XI e XII secolo un risveglio economico provocò un profondo mutamento nella vita e nella mentalità dell'uomo, stimolandolo alla curiosià e alla ricerca.

E ora ? 2014    Siamo andati avanti o indietro?   La mentalità  è cambiata?



















































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































FRASE D'AMORE



"SEI IL DESIDERIO CHE HO ESPRESSO MENTRE TI GUARDAVO"

PRONTO POLIZIA? ahahahha


BARZELLETTA SU TOTTI "ErBidello99"

Agli allenamenti del Milan, Balotelli decide di fare uno scherzo telefonico a Totti e gli chiede: "se i tuoi genitori hanno un figlio e non è nè tuo fratello nè tua sorella chi è?" e Totti gli risponde: "non lo so". Balotelli decide di dargli tre giorni di tempo però dovrà urlarlo quando entrerà in campo alla prossima partita che giocheranno Milan VS Roma. Totti nei tre giorni di tempo fa a tutta Roma la domanda ma nessuno gli sa rispondere, alla fine lo chiede a Filippo, l'edicolante, che gli risponde: "sono io". Il giorno dopo allo stadio, quando entra in campo Totti, Balotelli è in panchina e Totti gli dice : "Balo sono riuscito a risolvere l'indovinello" e Balotelli: "su dai dimmi chi è" e Totti: "è Filippo l'edicolante!".

Il mio cervello a volte si inceppa...marroncina97

"Il mio cervello a volte si inceppa.
Si inceppa su alcune canzoni, su alcuni ricordi, su alcune persone, su alcune parole.
Si incanta e nn vuole saperne di cambiare musica.
Forse l'unico modo per andare avanti è andare avanti.
Dire lo posso fare anche quando sai che non puoi."