giovedì 19 marzo 2015

IL FUMO PER I GIOVANI

                                                   IL FUMO PER I GIOVANI

E’ facile pensare alle ragioni per non fumare, allora, perché fumano i giovani? Ci sono ovviamente diverse ragioni; studi hanno messo in evidenza alcuni fattori comuni nei giovani fumatori.
In molti casi il fumo inizia in modo insidioso. All’inizio la gente lo prova senza pensarci tanto, spesso indotta da alcuni amici. Nello stadio finale si abitua a fumare una sigaretta in compagnia di amici. Infine diventa una abitudine fissa e ben consolidata. Nella fase finale il giovane potrebbe pensare di aver ricavato qualcosa dal fumo. Quasi sempre si scopre che i guadagni che si sono ottenuti all’inizio vengono persi più in là; altrimenti perché la maggior parte dei fumatori vorrebbe smettere? Per la maggior parte dei ragazzi il fumo non è ancora diventato un’abitudine fissa, fortunatamente, questo li aiuta più facilmente a smettere. Allora come si smette di fumare?

RAGIONI PERCHE' I GIOVANI FUMANO:
  • Molto spesso il fumo inizia casualmente. La gente non riflette molto e segue la corrente.
  • Per tanti il fumo significa qualcosa da fare. Il tempo passa più piacevolmente, mentre mandi anelli in aria.
  • Alcuni adolescenti traggono piacere dal fumo e cercano di calmare i nervi in questo modo.
  • Alcune persone pensano che fumare stimoli e aumenti la concentrazione.
  • Per alcuni adolescenti il fumo è un simbolo dell’essere già adulti.
  • Per alcuni il fumo è un modo per entrare a far parte dei "giri giusti".
  • Alcuni pensano di aver stile, quando fumano. I ragazzi possono pensare che le ragazze lo trovino affascinante. Fumare può essere collegato allo stile di vita dei giovani.
  • Alcuni fumano per sembrare più sicuri di sé. Fumando sostengono la sicurezza in sé.
  • Alcuni provano i prodotti del tabacco per pura curiosità.
  • Alcuni ragazzi fumano per protesta contro le regole.
  • Alcune persone sono sedotte dalla pubblicità.
  • In più alcuni giovani possono sviluppare dipendenza dalla nicotina, la quale è un composto dei prodotti del tabacco. La dipendenza potrebbe rendere difficoltoso l’intento di smettere di fumare.
  • Fumare è diventata una abitudine fissa per i giovani, alcuni sono abituati a fumare tra una lezione scolastica e l’altra, mentre ad altri piace fumare dopo i pasti. Quando una abitudine è ben consolidata, è difficile da interrompere.

Nel mondo
I fumatori nel mondo sono circa 650 milioni. Secondo l’Oms, il fumo è “la prima causa di morte facilmente evitabile”, responsabile ogni anno della morte di 5 milioni di persone in tutto il mondo per cancro, malattie cardiovascolari e respiratorie. Un numero peraltro destinato ad arrivare a 10 milioni entro il 2030, se non saranno adottate misure efficaci.

Nell’ Unione europea si stima che fumino 4,5 milioni di persone e che ogni anno siano 650 mila i decessi correlati al fumo.


                                       LE CAUSE
Diventare un fumatore è una scelta che spesso non nasce da reali motivi, ma una volta presa è difficile cambiare la situazione, perché la vita senza sigarette sembra privata di un momento di piacere, di sicurezza e di prestigio. Talvolta il fumo è una scelta fatta principalmente per sentirsi all'altezza degli altri, per dividere con altre persone un rituale, per sentirsi più sicuri, per personale affermazione o perché si pensa di riuscire a migliorare le proprie prestazioni psichiche. Per continuare a fumare si è disposti a credere che lo smettere possa farci stare male e che ci provocherebbe inutili ed evitabili sofferenze. Questo naturalmente è falso, perché quando non si fuma si apprezzano meglio i profumi, si respira meglio, non si creano inutili e dannose irritazione e si sta meglio; migliorano la memoria e la prontezza di riflessi, si dorme meglio e in un modo più silenzioso. 
Trae giovamento anche l'estetica, infatti la pelle è più elastica e le rughe si formano più lentamente, il colorito è migliore, spariscono le occhiaie e le macchie gialle sui denti e sulle dita, i capelli acquistano vigore e lucentezza. Disturbi banali come il raffreddore, il mal di gola si riducono, l'alito non ha più il tipico odore sgradito a molti, migliorano la respirazione e l'ossigenazione del sangue, migliora la prestazione sportiva per un aumento della resistenza e del rendimento muscolare.
                                                                                                                                  BONZO

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.